Incontri Gioco/Cultura: Isle of Skye

Lunedì 25 Luglio sono iniziati, presso la sede delle Officine delle Arti e dei Mestieri, una serie di incontri promossi dall’ associazione “Cancelli di Arkham”, mirati a far conoscere il mondo del “gioco intelligente”, in tutte le sue molteplici sfaccettature.


L’intento di questi incontri è divulgare una cultura ludica matura, scevra da qualsiasi elemento nocivo (denaro, corruzione, violenza), che possa valicare limiti molto spesso auto-imposti, come l’età anagrafica, e andare a coinvolgere in modo intelligente il maggior numero di persone; per fare ciò verranno presentate varie tipologie di giochi, dai classici giochi da tavola ai voluminosi giochi di simulazione storico/fantasy con miniature, passando per l’universo dei giochi di ruolo (GDR o RPG), invitando i partecipanti a provare le varie esperienze proposte, creando uno scambio di impressioni e di idee, background fondamentale di ogni Officina.


Come esordio è stato scelto un board game, il vincitore del prestigioso Kennerspiel des Jahres 2016: Isle of Skye; il motivo di questa scelta risiede nelle caratteristiche di questo gioco: chi si avvicina per la prima volta al mondo dei giochi da tavola “moderni” troverà la meccanica di piazzamento tessere (tipica di altri classici come Carcassonne) molto intuitiva, potendo subito entrare nel vivo della competizione; l’assegnazione di punti turno per turno con criteri variabili da partita a partita invece soddisfa i giocatori più esperti, garantendo esperienze di volta in volta differenti.

23082016-_DSC0185

Ambientato nella Scozia medievale, i giocatori impersoneranno dei capi clan intenti ad accrescere la propria fama e prestigio nelle Higlands, tramite la costruzione del loro territorio e lo sfruttamento delle risorse in esso presenti

23082016-_DSC0183

Isle of Skye propone la classica meccanica a piazzamento tessere, tipica di altri classici come Carcassonne, arricchendola però con un sistema di compravendita molto intelligente

23082016-_DSC0179

L’assegnazione di punti turno per turno con criteri variabili da partita a partita garantisce longevità e appeal verso i giocatori più esperti

23082016-_DSC0189⇒⇒

Un’esperienza veloce (60 minuti) e di facile approccio, con poche regole facilmente digeribili, che riesce a soddisfare tutte le tipologie di giocatori


Pur essendo una novità di questo anno, Isle of Skye offre un’ottima panoramica di quello che sono i board game moderni; lo si può collocare a metà tra i giochi più leggeri “per famiglie” ed esperienze più complesse per giocatori esperti. Destinato a diventare un classico, costituisce un ottimo inizio per chi non conosce il mondo dei giochi da tavola, o per chi semplicemente non è mai andato oltre Risiko e Monopoly.

Cancelli di Arkham (https://www.facebook.com/cancellidiArkham/)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
This entry was posted in Post 2016. Bookmark the permalink.

Comments are closed.